Si dice che l' appetito vien mangiando,
 ma in realtà
viene a star digiuni.Totò

Chi siamo

Fulvia Steffenone "La Fufi"

C'era l'olio extravergine di oliva sulla sua strada professionale, ma lei - per molti anni - non se ne e' accorta: impiegata per lungo tempo in un ufficio contabile, ma con una significativa carriera di cantante lirica nel coro della Rai di Torino e anche come solista, fu solo con l'iscrizione quasi casuale alla scuola di arte culinaria di Maria Gabriella Fogli che si accorse del suo grande amore per il prezioso condimento vegetale e - piu' in generale - per tutta la cucina naturale e rispettosa dei valori nutrizionali e dietetici.

Il resto fu (quasi) prevedibile: giorno dopo giorno Fulvia apprese tecniche sempre piu' difficili e si cimento' con creazioni innovative e personalissime, ando' a studiare con maestri di indiscutibile prestigio - uno fra tutti: Gualtiero Marchesi - fin quando la maestra la reputo' in grado di ereditare la sua scuola e il suo nome.

Il nome, per la verita', duro' poco: nacque quasi subito "La Fufi", che in breve tempo si conquisto' un posto di rilievo tra le scuole di alta cucina in Torino e che fu seguita da un numero elevato di allievi.

Stimolata dagli stessi "fufini", Fulvia apri' poi un ristorante in mezzo al verde del Canavese, a Cossano, accompagnato da un grazioso e intimissimo bed and breakfast. Nel frattempo, la storica scuola di via Marco Polo fu in epoca piu' recente abbandonata a favore di una sede in via Gioberti; ma fu per poco tempo.

Fulvia si e' ora trasferita negli Stati Uniti - a Tucson, in Arizona, per l'esattezza - dove gestisce un piccolo e centralissimo ristorante e dove prosegue infaticabile con l'attivita' di insegnamento.

Ogni dettaglio relativo alla sua nuova attivita' puo' essere seguito sul sito americano de La Fufi, www.lafuficaffemilano.com.

Alfredo Ferrero

Laureato a pieni voti e con lode in Medicina Veterinaria, pubblicista eclettico e studioso di storia della danza, ha fatto suo fin da subito l'interesse della moglie per l'alta cucina e, in particolare, per i condimenti sani e naturali come l'olio extravergine di oliva.

Parallelamente ha approfondito la sua cultura nel campo della conoscenza e della degustazione dei vini - con Piero Antolini alla scuola di Maria Gabriella Fogli, dapprima; con l'Associazione Italiana Sommelier, poi - e dei formaggi, presso la sede torinese dell'Onaf.

Ha pubblicato un libro di fitoterapia - "Curarsi con salvia, timo e rosmarino", edito da Calderini-Edagricole - oltre a numerose pubblicazioni specifiche nel campo delle discipline teatrali e coreutiche.

Negli Stati Uniti continua a occuparsi sia della comunicazione de La Fufi, sia della gestione della casa editrice che porta il suo nome.

E' stato per oltre vent'anni collaboratore fisso delle pagine culturali de La Stampa; oggi dirige un suo giornale online, www.guidaspettacoli.com.